i fatti di Cava
Prova di continuità, Cavese - Frattese: 3-0 e assestamento tra le prime

Una grande Cavese spazza via al Simonetta Lamberti la Frattese con un secco 3-0 e lancia un chiaro segnale al campionato di essere una seria candidata alla vittoria finale. 

Un primo tempo giocato in maniera perfetta ha permesso di mettere le basi per il successo finale e i due gol di scarto tra le due squadre alla fine dei primi quarantacinque minuti sono apparsi anche pochi per quello che si era visto in campo. 

Nella ripresa gli aquilotti hanno tirato un po’ i remi in barca cercando anche di rifiatare per le tante energie spese e permettendo alla squadra ospite di avere le sue belle occasioni, ma quasi allo scadere del secondo tempo e con il più classico dei contropiede, la Cavese ha messo la parola fine alla contesa siglando il terzo gol. 

Solito modulo per mister Longo che con il suo 4-3- 3 ha dato un’impronta precisa alla squadra, potendo contare quest’anno su giocatori che sfruttano molto bene il gioco sulle fasce laterali.

La Cavese è scesa in campo quindi con la seguente formazione: Conti, Padovano, Loreto, Di Deo, Parenti, Migliaccio, D’Anna (17’ st Alleruzzo), D’Ancora (38’ st Ciarcià), Gabrielloni, Rossi, Bellante (44’ st Armenise).

La Frattese guidata da mister Liquidato ha schierato: Mascolo, Palumbo, Della Monica, Costanzo, Riccio, Tommasini (38’ st Varchetta), Vacca, Ausiello (25’ st Ammaturo), Longo, Angelillo (25’ st Ragosta), Da Dalt.

Parte subito all’attacco la Cavese e al 3’ passa in vantaggio con Migliaccio bravo a sfruttare .un perfetto assist filtrante di D’Anna in area. Al 9’ dopo un calcio d’angolo, D’Anna, oggi autentico assist man, serve al centro Di Deo il cui colpo di testa viene parato da Mascolo. Al 31’ è ancora Di Deo a mettersi in evidenza, ma viene atterrato in area, la palla arriva a Bellante che di prima intenzione calcia a rete, ma è ancora bravo il portiere ospite a deviare in angolo. Sul successivo calcio d’angolo ci prova ancora Di Deo, ma è ancora brava la difesa ospite a sventare la minaccia.

Al 37’ Di Deo ci prova con un calcio di punizione da circa trenta metri, ma è bravo il portiere ospite a bloccare la palal. Al 43’ a più ripresa cerca il colpo del ko, raddoppio che arriva prima dello scadere del tempo. Al 43° D’Anna parte in contropiede e con un preciso cross serve Gabrielloni in area il cui colpo di testa non lascia scampo alla difesa frattese e meritato 2-0 per gli aquilotti. Su questo risultato termina un primo tempo che ha visto un autentico monologo aquilotto.

Nel secondo tempo è la Frattese a prendere in mano le redini del gioco, con la Cavese che prova a controllare la gara. Al 3’ primo tentativo dei napoletani con Costanzo su calcio di punizione, ma Conti è bravo a respingere. Al 6’ è l’ex di turno Ausiello a sprecare una facile occasione, ma il suo tiro,con la porta spalancata davanti, finisce di poco fuori.. Al 20’ il tentativo di Costanzo dal limite dell’area finisce alto sulla traversa. Pochi minuti più tardi è Da Dalt a tirare a rete a botta sicura, con il portiere cavese Conti fuori dai pali, ma Parenti con un recupero miracoloso colpisce la palla che sbatte sul palo interno prima di essere deviata fuori. Al 43’ è bravissimo Conti a respingere una punizione di Ragosta e sulla successiva azione la Cavese parte in contropiede e appena giunto in area dalla sinistra scocca un tiro che, passando sotto le gambe del portiere ospite dopo una presa insicura, finisce in rete per il 3-0 definitivo della squadra di casa che al 46’ con Armenise e al 47’ con Gabrielloni va vicino alla quarta marcatura, poco prima quindi del triplice fischio di chiusura.

Gli applausi finali dei circa milleseicento spettatori dimostrano il ritrovato feeling tra la squadra e il pubblico che, partita dopo partita, si sta affezionando a questo gruppo e al modo sbarazzino di giocare. 

Domenica trasferta a Castrovillari contro una squadra che naviga nei bassifondi della classifica ed ancora a corto di vittorie, con la Cavese che deve essere brava quindi a sfruttare questo turno favorevole. Altra nota positiva, infine, la presenza in tribuna del bomber Meloni che, da dicembre, dovrebbe rinforzare un attacco che dopo l’infortunio di Giglio, al momento può contare solo sulla bravura di Gabrielloni.

Angelo Canora

Serie D, girone I  
Risultati 11^ giornata13/11/2016 
   
Aversa NormannaSancataldese0-0
CaveseFrattese3-0
GladiatorDue Torri1-0
Igea VirtusPomigliano3-1
PalmeseSicula Leonzio2-0
SarneseCastrovillari2-1
RoccellaGela0-2
RendeTurris1-3
SersaleGragnano3-3
   
   
Classifica  
   
Igea Virtus24 
Cavese23 
Sicula Leonzio21 
Rende20 
Gladiator20 
Palmese19 
Turris19 
Gela19 
Pomigliano18 
Frattese14 
Sancataldese13 
Aversa Normanna13 
Sarnese12 
Gragnano11 
Roccella9 
Castrovillari4 
Due Torri -3pt3 
Sersale3 
   

 

 
Lascia la tua opinione 
E-mail: (L' e-mail non sarà resa pubblica.)    
Autore:  
Commento:
Accetta condizioni: Leggi le condizioni
Digita il codice che visualizzi:    


Amalfi e New York si intrecciano e diventano un tutt'uno musicale per la seconda serata della rassegna “Amalfi in jazz”. In piazza Duomo, all'ombra della suggestiva cattedrale di Sant'Andrea, il venerdì alle ore 22.30


E’ un evento diffuso a livello nazionale promosso da tutti i comuni appartenenti al brand “I borghi più belli d’Italia” che prevede la riscoperta di antichi miti e legende locali assieme alla rivisitazione di antiche usanze e tradizioni che rendono più che mai attrattiva e fascinosa l’Italia nascosta. Conca dei Marini racconta una propria antica legenda: le janare. 

«I volti di Dio. Religione e violenza sulle due rive del Mediterraneo», questo il filo conduttore che animerà il dibattito degli incontri della XXIV edizione di Positano 2016 Mare, sole e cultura, la rassegna letteraria presieduta da Aldo Grasso, che sarà ospitata a Positano dal 18 giugno al 15 luglio 2016. 


Il cavallo alato vola sul traguardo, dopo quattro anni l’equipaggio azzurro torna sul podio più alto: è il galeone di Amalfi a vincere, in casa, la 61a Regata storica delle antiche Repubbliche marinare italiane. La festa esplode alle 18.30 circa, in un nuovo avvincente Palio deciso negli ultimi 500 metri. Foto

Intercettati dalla sezione operativa navale della Guardia di finanza due pescherecci intenti ad eseguire attività di pesca illegale mediante l’uso di reti da posta derivanti: uno dei due pescherecci, in particolare, è stato sorpreso durante le operazioni di recupero di una rete da posta derivante del tipo cosiddetto “spadara”, della lunghezza di oltre 6 km.

Fortunato Della Monica è il nuovo sindaco di Cetara. La sua candidatura insieme alla lista “Cetara d’Amare” - composta da Angela Speranza, Luigi Carobene, Alfonso D’Emma, Daniele D’Elia, Domenico Di Crescenzo, Carolina Ramerino, Francesco Pappalardo, Luigi Massimo, Luigi Montesanto e Marco Marano - ha vinto le elezioni a Cetara con 1.180 voti a favore, contro i 185 dell’avversario Vincenzo Piscino, della lista “Democrazia per Cetara”.
 

Dopo tre secoli di abbandono, il primo giugno 2016 sarà inaugurato il Convento San Francesco, opera di grande pregio che risale al XII secolo e dove si dice abbia soggiornato San Francesco. Torna al popolo grazie all'amministrazione del Comune di Santa Marina, che ne ha voluto la riqualificazione. 

Il Parco archeologico di Paestum sta puntando ad una conoscenza sempre più ampia dei templi. Terminati gli interventi di messa in sicurezza, nei giorni 28 e 29 maggio, i visitatori potranno salire le gradinate del monumento che si annovera tra i templi maggiormente conservati dell'epoca greca.

Inaugurata a Cetara “Un’ancora per ricordare”, l’installazione in memoria dell’impegno di armatori e pescatori del settore tonniero. Il sindaco del piccolo borgo marinaro, vera perla della Costiera amalfitana, Secondo Squizzato, ha voluto così iniziare simbolicamente un percorso di rivalutazione della storia del paese legata alla pesca.

Bandiere Blu d’Europa, il Cilento si tinge ancora una volta di blu. E la Provincia di Salerno è la più premiata insieme a quella di Savona. In Cilento sono stati premiati i Comuni di Agropoli, Capaccio, Castellabate, Montecorice (con Agnone e Capitello), Pollica (con Acciaroli e Pioppi), Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare e, nuova di nomina, San Mauro Cilento. In Costiera smalfitana si conferma Positano.

Commenti e forum
La redazione diffida chiunque ad usare in modo distorto il "Forum" e lo spazio "Commenti" e non si ritiene responsabile per nessuna delle frasi che verranno pubblicate su di essi. CavaReporter non assume alcuna responsabilità per i contenuti che vengano immessi in queste aree in quanto non è nella possibilità di esercitare un controllo sugli stessi (ex artt. 14 e 15 Direttiva 2000/31/CE). Tuttavia, chiunque dovesse riscontrare dei comportamenti illeciti, è pregato di contattarci all'indirizzo e-mail info@cavareporter.it oppure telefonare al 349-8110809. Sarà cura di CavaReporter rimuovere immediatamente i detti contenuti illeciti.
Social
FaceBook Twitter YouTube Share
2015-10-30 11:25:54