i fatti di Cava
Cavese Bellante, ridotto il distacco dalla testa

Con una doppietta dell’esterno d’attacco Bellante, la Cavese supera allo Squitieri di Sarno per 2-0 la Sarnese e allontana lo spettro della crisi dopo le ultime due sconfitte consecutive. 

Al termine della partita il motivo in più per sorridere viene regalato dalla notizia del pareggio interno della Igea Virtus contro il Castrovillari e che riduce a cinque punti il distacco dalla vetta degli aquilotti. 

Con circa cinquecento tifosi al seguito, la Cavese torna quindi al successo nel giorno in cui il bomber Meloni viene schierato fin dal primo minuto con Gabrielloni e il bomber di giornata Bellante ad affiancarlo sulla fasce laterali.

La Cavese è scesa in campo quindi con la seguente formazione: Conti, Cicerelli, Loreto, Di Deo, Galullo, Migliaccio, Bellante (44’ st Armenise), Alleruzzo, Gabrielloni (31’ st Giglio), Rossi, Meloni (26’ st Golia).

La Sarnese guidata da mister Esposito ha schierato:Sorrentino, Di Finizio (36’ st Pianese), Talia, Tortora, Nocerino, Santaniello, Sannia (11’ st Nasto), Langella, Figliolia, Guidelli, Calemme (36’ st Cacciottolo).

Al secondo minuto di gioco la Cavese si porta subito in vantaggio: Bellante scende velocemente sulla fascia destra, si accentra e, appena giunto quasi davanti al portiere, infila un preciso diagonale che si insacca tra il palo e lo stesso portiere. Nuova occasione per gli aquilotti al 15’ con Di Deo che, servito da Meloni, lascia partire un tiro dal limite dell’area che viene ben deviato dal portiere di casa. La Cavese senza strafare dimostra di poter ben controllare la partita, ma al 42’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Guidelli dal limite dell’area lascia partire un tiro velenoso che Conti toglie via dall’incrocio dei pali. Finisce così 1-0 un primo tempo scivolato via senza grandi sussulti.

Anche nel secondo tempo la Cavese, pur senza brillare, dimostra di poter controllare la partita e al 3’ minuto Cicerelli in rapida azione di contropiede effettua in cross al centro dell’area che viene respinto dalla difesa ospite proprio sui piedi di Gabrielloni, il cui tiro finisce però di poco alto sulla traversa. Al 5’ è però la Sarnese ad avere l’occasione per pareggiare con Calemme, il cui calcio di punizione viene deviato, con una bella prontezza di riflessi, in angolo da Conti. La Cavese cerca allora di chiudere la gara, provandoci dapprima con Gabrielloni, il cui tiro dal limite finisce di poco alto e riuscendoci invece con Bellante al 38’ che sguscia stavolta sulla fascia sinistra e con un altro diagonale raddoppia per la Cavese chiudendo così la pratica Sarnese,anche se l’ultima occasione è per i padroni di casa con Guidelli che sempre su punizione dal limite impegna Conti che è ancora una volta pronto a respingere in angolo la sfera. Finisce 2-0 per la Cavese e al termine grande dimostrazione di sportività dei giocatori della Sarnese che hanno applaudito sia i giocatori della Cavese sia i tifosi metelliani al seguito.

Dopo le due sconfitte consecutive, l’importante era tornare al successo per non perdere ulteriore terreno e le ultime due partite del girone di andata contro il Gladiator in casa e contro il Sersale in trasferta devono portare quei sei punti necessari per cercare di tornare in vetta alla classifica.

Angelo Canora

Serie D, girone I  
Risultati 15^ giornata08/12/2016 
   
Aversa NormannaPomigliano0-0
GladiatorFrattese0-3
Igea VirtusCastrovillari0-0
PalmeseGragnano4-1
RendeDue Torri -3pt3-0
SersaleRoccella1-1
SarneseCavese0-2
SancataldeseSicula Leonzio1-0
TurrisGela22 dic
   
   
Classifica  
   
Igea Virtus34 
Cavese29 
Rende27 
Gela26 
Turris25 
Sicula Leonzio25 
Palmese23 
Pomigliano23 
Frattese22 
Gladiator21 
Sancataldese20 
Gragnano17 
Aversa Normanna17 
Roccella16 
Sarnese13 
Castrovillari9 
Due Torri -3pt9 
Sersale5 
  

 
Lascia la tua opinione 
E-mail: (L' e-mail non sarà resa pubblica.)    
Autore:  
Commento:
Accetta condizioni: Leggi le condizioni
Digita il codice che visualizzi:    


Amalfi e New York si intrecciano e diventano un tutt'uno musicale per la seconda serata della rassegna “Amalfi in jazz”. In piazza Duomo, all'ombra della suggestiva cattedrale di Sant'Andrea, il venerdì alle ore 22.30


E’ un evento diffuso a livello nazionale promosso da tutti i comuni appartenenti al brand “I borghi più belli d’Italia” che prevede la riscoperta di antichi miti e legende locali assieme alla rivisitazione di antiche usanze e tradizioni che rendono più che mai attrattiva e fascinosa l’Italia nascosta. Conca dei Marini racconta una propria antica legenda: le janare. 

«I volti di Dio. Religione e violenza sulle due rive del Mediterraneo», questo il filo conduttore che animerà il dibattito degli incontri della XXIV edizione di Positano 2016 Mare, sole e cultura, la rassegna letteraria presieduta da Aldo Grasso, che sarà ospitata a Positano dal 18 giugno al 15 luglio 2016. 


Il cavallo alato vola sul traguardo, dopo quattro anni l’equipaggio azzurro torna sul podio più alto: è il galeone di Amalfi a vincere, in casa, la 61a Regata storica delle antiche Repubbliche marinare italiane. La festa esplode alle 18.30 circa, in un nuovo avvincente Palio deciso negli ultimi 500 metri. Foto

Intercettati dalla sezione operativa navale della Guardia di finanza due pescherecci intenti ad eseguire attività di pesca illegale mediante l’uso di reti da posta derivanti: uno dei due pescherecci, in particolare, è stato sorpreso durante le operazioni di recupero di una rete da posta derivante del tipo cosiddetto “spadara”, della lunghezza di oltre 6 km.

Fortunato Della Monica è il nuovo sindaco di Cetara. La sua candidatura insieme alla lista “Cetara d’Amare” - composta da Angela Speranza, Luigi Carobene, Alfonso D’Emma, Daniele D’Elia, Domenico Di Crescenzo, Carolina Ramerino, Francesco Pappalardo, Luigi Massimo, Luigi Montesanto e Marco Marano - ha vinto le elezioni a Cetara con 1.180 voti a favore, contro i 185 dell’avversario Vincenzo Piscino, della lista “Democrazia per Cetara”.
 

Dopo tre secoli di abbandono, il primo giugno 2016 sarà inaugurato il Convento San Francesco, opera di grande pregio che risale al XII secolo e dove si dice abbia soggiornato San Francesco. Torna al popolo grazie all'amministrazione del Comune di Santa Marina, che ne ha voluto la riqualificazione. 

Il Parco archeologico di Paestum sta puntando ad una conoscenza sempre più ampia dei templi. Terminati gli interventi di messa in sicurezza, nei giorni 28 e 29 maggio, i visitatori potranno salire le gradinate del monumento che si annovera tra i templi maggiormente conservati dell'epoca greca.

Inaugurata a Cetara “Un’ancora per ricordare”, l’installazione in memoria dell’impegno di armatori e pescatori del settore tonniero. Il sindaco del piccolo borgo marinaro, vera perla della Costiera amalfitana, Secondo Squizzato, ha voluto così iniziare simbolicamente un percorso di rivalutazione della storia del paese legata alla pesca.

Bandiere Blu d’Europa, il Cilento si tinge ancora una volta di blu. E la Provincia di Salerno è la più premiata insieme a quella di Savona. In Cilento sono stati premiati i Comuni di Agropoli, Capaccio, Castellabate, Montecorice (con Agnone e Capitello), Pollica (con Acciaroli e Pioppi), Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare e, nuova di nomina, San Mauro Cilento. In Costiera smalfitana si conferma Positano.

Commenti e forum
La redazione diffida chiunque ad usare in modo distorto il "Forum" e lo spazio "Commenti" e non si ritiene responsabile per nessuna delle frasi che verranno pubblicate su di essi. CavaReporter non assume alcuna responsabilità per i contenuti che vengano immessi in queste aree in quanto non è nella possibilità di esercitare un controllo sugli stessi (ex artt. 14 e 15 Direttiva 2000/31/CE). Tuttavia, chiunque dovesse riscontrare dei comportamenti illeciti, è pregato di contattarci all'indirizzo e-mail info@cavareporter.it oppure telefonare al 349-8110809. Sarà cura di CavaReporter rimuovere immediatamente i detti contenuti illeciti.
Social
FaceBook Twitter YouTube Share
2015-10-30 11:25:54