i fatti di Cava
Il ruandese Simukeka vince la 55ª “Podistica internazionale San Lorenzo”

Brillano le stelle africane nel firmamento della “Podistica internazionale San Lorenzo”. Il ruandese Jean Baptiste Simukeka e la marocchina Meriyem Lamachi hanno vinto la 55ª edizione dell’autentica “classica” del podismo su strada, disputatasi domenica 25 settembre 2016 a Cava de’ Tirreni (Sa) con partenza ed arrivo nella frazione San Lorenzo.
 

Ai nastri di partenza della competizione, organizzata dal Gruppo sportivo “Mario Canonico S. Lorenzo” e dal comitato di Cava de’ Tirreni del Centro sportivo italiano, oltre 250 atleti provenienti da 7 Paesi (Ruanda, Kenya, Algeria, Marocco, Polonia, Romania ed Italia). 

Pronostico rispettato nella gara maschile - Trofeo Armando Di Mauro, dominata dal ruandese Jean Baptiste Simukeka (classe 1983). Il portacolori del Running Club Futura - Roma ha iniziato ad imporre il suo ritmo dopo poche centinaia di metri dallo “start”, dato dall’arcivescovo di Amalfi-Cava de’ Tirreni, mons. Orazio Soricelli, e dall’assessore comunale all’Istruzione, Paola Moschillo. 

Già vincitore di numerose gare importanti sul territorio italiano, Simukeka ha messo in mostra tutte le sue qualità lungo i 7,8 km dell’insidioso percorso della “San Lorenzo”. Quelle qualità che gli avevano consentito di essere selezionato dalla Nazionale ruandese per partecipare alle recenti Olimpiadi di Rio, cui poi non ha preso parte solo per problematiche “burocratiche”. Metro dopo metro l’atleta africano ha scavato un solco incolmabile tra sé ed i suoi avversari, con la gara praticamente già decisa, o quasi, al passaggio intermedio a San Lorenzo. Tra ali di folla entusiasta Simukeka è arrivato solitario al traguardo con il buon riscontro cronometrico di 23’45”.

Al 2° posto il campione italiano di maratona 2015 Dario Santoro (24’18”, classe 1990, Atletica Potenza Picena), autore di un’ottima performance, che gli ha consentito di migliorare il già lusinghiero 3° posto conquistato lo scorso anno. A completare il prestigioso podio della “San Lorenzo” Gilio Iannone (25’07”, classe 1985, Asd International Security Service), vincitore dell’edizione 2014, che ha preceduto di 5” Giovanni Moretti (classe 1988) e di 17” Antonello Landi (classe 1975), entrambi dell’Atletica Potenza Picena - Macerata. Da segnalare l’8° posto del 46enne cavese Antonello Barretta, sempre nella “top ten” nelle ultime edizioni della manifestazione. 

Successo africano anche nella gara femminile - Trofeo Agnese Lodato, nella quale si è imposta la marocchina Meriyem Lamachi (classe 1987, Asd ACSI Italia Atletica - Roma). Una gara avvincente e combattuta, con le principali protagoniste distanziate di pochi metri fino al 3° km, quando la Lamachi ha rotto gli indugi ed ha forzato l’andatura, involandosi solitaria verso il traguardo, tagliato con il crono finale di 29’22”. Al 2° posto, distanziata di 1’11” dalla vincitrice, si è piazzata Palma De Leo (classe 1977, G. S. Lammari - Lucca), che ha confermato il suo particolare feeling con la “Podistica San Lorenzo”, nella quale ha trionfato nelle edizioni 2009-2010-2013. Sul terzo gradino del podio la keniana Beatrice Cheptoo (classe 1993, Atletica Recanati), giunta al traguardo con il tempo di 31’14”.

Trascinato dalla verve dell’ottimo speaker Marco Cascone, il folto pubblico al traguardo ha tributato scroscianti applausi a tutti i partecipanti. Emozioni intense e profonda commozione all’arrivo del nutrito gruppo di atleti dell’Asd Podisti Cava Picentini Costa d’Amalfi, che hanno indossato una maglietta dedicata a Marco Senatore, stroncato da un infarto lo scorso 3 settembre mentre si stava allenando lungo le strade della Costiera amalfitana.

Le competizioni più attese sono state precedute dalla gara allievi - Trofeo Giuliano Ferrara (km 3,6), nella quale ha trionfato Ketzal Cifuentes (tempo 12’42”, classe 2000) dell’Asd Atletica Isaura Valle dell’Irno. Alle sue spalle Alfonso Manzo (13’02”, classe 1999, Associazione Sportiva Liberi Insieme) e Vito Amabile (13’06”, classe 1999, ASD Atletica Isaura Valle dell’Irno). Tra i Cadetti successo di Andrea Aliberti (classe 2002) dell’Asd Atletica Isaura Valle dell’Irno, che ha preceduto Gabriele Celano (classe 2001, Associazione Sportiva Liberi Insieme) e Luca Amato (classe 2002, Asd Podisti Cava Picentini Costa d’Amalfi). 

La giornata si è aperta con la gara dedicata agli studenti delle scuole medie (mt 600), a conclusione del progetto “Aspettando la San Lorenzo”. Successo finale per Nicola Santoriello della scuola media “Balzico” di Cava de’ Tirreni. Alle sue spalle i “colleghi” d’Istituto Umberto Chiafalà e Ferdinando Rossi. Nella classifica per società, infine, trionfo dell’Atletica Potenza Picena - Macerata, che ha preceduto l’Asd Atletica Camaldolese - Campagna e l’Asd Atletica Isaura Valle dell’Irno.

Al termine del programma agonistico spazio alla cerimonia di premiazione, alla quale sono intervenute come di consueto numerose autorità, tra cui il sindaco di Cava de’ Tirreni, Vincenzo Servalli, il dirigente dell’Ept di Salerno e già Senatore ed europarlamentare, Alfonso Andria, il delegato provinciale del Coni, Paola Berardino, ed il presidente regionale del Centro sportivo italiano, Enrico Pellino. Tra i momenti più emozionanti la consegna a mister Pietro (Rino) Santin del premio allo “Sportivo cavese dell’anno”, riconoscimento istituito dall’amministrazione comunale metelliana ed assegnato per la prima volta nella sua storia “alla carriera”.

Una carriera prestigiosa, che ha portato Rino Santin ad allenare il Napoli in Serie A (oltre a Bologna, Lecce, Catanzaro, Ternana e Cavese in Serie B) e che gli ha permesso di essere inquadrato dal 2000 nei ranghi della Figc come direttore tecnico. Grande emozione sul palco per il tecnico originario di Rovigno d’Istria (ora appartenente alla Croazia), ma cavese d’adozione, che ha ripercorso brevemente i difficili momenti del suo arrivo (in fuga, come tanti altri italiani, dalle violenze di Tito) da ragazzo a Cava de’ Tirreni. Un rapporto davvero speciale, quello tra la città metelliana e mister Santin, che si è consolidato nel corso degli anni e di cui è stata scritta un’altra emozionante pagina con quest’ulteriore riconoscimento, consegnato direttamente dal sindaco Vincenzo Servalli.  

Tra i numerosi riconoscimenti assegnati, la medaglia di bronzo del presidente del Senato, destinata alla società prima classificata della categoria Allievi e Cadetti, è andata all’Asd Atletica Isaura Valle dell’Irno, mentre l’Atletica Potenza Picena - Macerata ha “incassato” la targa della Città di Cava de’ Tirreni come società prima classificata della categoria Assoluti. Il “Portico d’Argento” infine, premio messo in palio dall’Azienda di soggiorno e turismo metelliana ed assegnato a giudizio insindacabile del comitato organizzatore, è stato attribuito alla Podistica Solidarietà - Roma.

Va in archivio un’altra entusiasmante edizione della “Podistica internazionale San Lorenzo”, il cui spettacolo è stato “gustato” da migliaia di spettatori grazie alla diretta televisiva sulle frequenze di Rtc Quarta Rete. Appuntamento fin d’ora fissato a settembre 2017 per la 56ª edizione.
Foto 

Per info e contatti:
Gruppo Sportivo “Mario Canonico S. Lorenzo”, via San Lorenzo, 2 - 84013 Cava de’ Tirreni (Sa). Tel: 347.7644927 -
Web: www.podisticasanlorenzo.com -
Mail: info@podisticasanlorenzo.com -
Facebook: Podistica San Lorenzo

 
Lascia la tua opinione 
E-mail: (L' e-mail non sarà resa pubblica.)    
Autore:  
Commento:
Accetta condizioni: Leggi le condizioni
Digita il codice che visualizzi:    


13^ edizione del presepe vivente nel borgo “Case Trezza” della frazione S. Anna di Cava de’ Tirreni (Sa). Tante sono le scene rappresentate con la partecipazione di circa 150 personaggi e vari animali. All’inizio del percorso si svolgono diverse scene recitate che rievocano ciò che è successo più di 2000 anni fa.


Amalfi e New York si intrecciano e diventano un tutt'uno musicale per la seconda serata della rassegna “Amalfi in jazz”. In piazza Duomo, all'ombra della suggestiva cattedrale di Sant'Andrea, il venerdì alle ore 22.30


E’ un evento diffuso a livello nazionale promosso da tutti i comuni appartenenti al brand “I borghi più belli d’Italia” che prevede la riscoperta di antichi miti e legende locali assieme alla rivisitazione di antiche usanze e tradizioni che rendono più che mai attrattiva e fascinosa l’Italia nascosta. Conca dei Marini racconta una propria antica legenda: le janare. 

«I volti di Dio. Religione e violenza sulle due rive del Mediterraneo», questo il filo conduttore che animerà il dibattito degli incontri della XXIV edizione di Positano 2016 Mare, sole e cultura, la rassegna letteraria presieduta da Aldo Grasso, che sarà ospitata a Positano dal 18 giugno al 15 luglio 2016. 


Il cavallo alato vola sul traguardo, dopo quattro anni l’equipaggio azzurro torna sul podio più alto: è il galeone di Amalfi a vincere, in casa, la 61a Regata storica delle antiche Repubbliche marinare italiane. La festa esplode alle 18.30 circa, in un nuovo avvincente Palio deciso negli ultimi 500 metri. Foto

Intercettati dalla sezione operativa navale della Guardia di finanza due pescherecci intenti ad eseguire attività di pesca illegale mediante l’uso di reti da posta derivanti: uno dei due pescherecci, in particolare, è stato sorpreso durante le operazioni di recupero di una rete da posta derivante del tipo cosiddetto “spadara”, della lunghezza di oltre 6 km.

Fortunato Della Monica è il nuovo sindaco di Cetara. La sua candidatura insieme alla lista “Cetara d’Amare” - composta da Angela Speranza, Luigi Carobene, Alfonso D’Emma, Daniele D’Elia, Domenico Di Crescenzo, Carolina Ramerino, Francesco Pappalardo, Luigi Massimo, Luigi Montesanto e Marco Marano - ha vinto le elezioni a Cetara con 1.180 voti a favore, contro i 185 dell’avversario Vincenzo Piscino, della lista “Democrazia per Cetara”.
 

Dopo tre secoli di abbandono, il primo giugno 2016 sarà inaugurato il Convento San Francesco, opera di grande pregio che risale al XII secolo e dove si dice abbia soggiornato San Francesco. Torna al popolo grazie all'amministrazione del Comune di Santa Marina, che ne ha voluto la riqualificazione. 

Il Parco archeologico di Paestum sta puntando ad una conoscenza sempre più ampia dei templi. Terminati gli interventi di messa in sicurezza, nei giorni 28 e 29 maggio, i visitatori potranno salire le gradinate del monumento che si annovera tra i templi maggiormente conservati dell'epoca greca.

Inaugurata a Cetara “Un’ancora per ricordare”, l’installazione in memoria dell’impegno di armatori e pescatori del settore tonniero. Il sindaco del piccolo borgo marinaro, vera perla della Costiera amalfitana, Secondo Squizzato, ha voluto così iniziare simbolicamente un percorso di rivalutazione della storia del paese legata alla pesca.

Commenti e forum
La redazione diffida chiunque ad usare in modo distorto il "Forum" e lo spazio "Commenti" e non si ritiene responsabile per nessuna delle frasi che verranno pubblicate su di essi. CavaReporter non assume alcuna responsabilità per i contenuti che vengano immessi in queste aree in quanto non è nella possibilità di esercitare un controllo sugli stessi (ex artt. 14 e 15 Direttiva 2000/31/CE). Tuttavia, chiunque dovesse riscontrare dei comportamenti illeciti, è pregato di contattarci all'indirizzo e-mail info@cavareporter.it oppure telefonare al 349-8110809. Sarà cura di CavaReporter rimuovere immediatamente i detti contenuti illeciti.
Social
FaceBook Twitter YouTube Share
2015-10-30 11:25:54