Chi Siamo

CavaReporter: notizie e cronaca di Cava de'Tirreni

CavaReporter, quotidiano on-line d'informazione - attualità, cronaca, politica e tutte le altre news aggiornate in tempo reale e che troverai tutte le mattine prima che esci di casa.
Per i problemi dei cittadini e delle frazioni e per le tue segnalazioni, invia una e-mail all'indirizzo: mdspunto@yahoo.it oppure cavareporter@gmail.com oppure contatta il numero tel. cell. 349-8110809 anche con un sms.
CavaReporter: informazione al servizio del cittadino.
CavaReporter: prima di tutti, e prima di tutto il cittadino.
CavaReporter: prima dei giornali e prima delle tv, direttamente a casa tua, gratis.
CavaReporter è diretto da Marco De Simone giornalista pubblicista.
CavaReporter: quello che gli altri mezzi di comunicazione non dicono, non possono dire, non vogliono dire, non sanno dire.
CavaReporter: i fatti e le notizie è meglio conoscerli prima.
Cavareporter.it è una Testata giornalistica registrata. Autorizzazione del Tribunale di Salerno n. 23 del 15 maggio 2009
CavaReporter.it aderisce all’Associazione Giornalisti Cava–Costa d’Amalfi “Lucio Barone”


CavaReporter.it: La notizia più importante? La prossima!
CavaReporter.it: Redazione on line, usufruibile da tutti e a disposizione di tutti in qualsiasi momento.
CavaReporter.it: il senso della notizia.
Cenni di storia di CavaReporter.it leggi
CavaReporter.it: la ricerca della verità, del perchè delle cose
CavaReporter.it: la voce di tutti, delle persone, senza ipocrisie.
CavaReporter.it: l'importanza delle persone. Ogni persona è importante.
CavaReporter.it: quotidiano on line autorizzato, nato dall'esperienza giornalistica attraverso le maggiori testate cartacee locali e della provincia di Salerno (Il Giornale di Cava, dal 2004; Il Salernitano, 2006; La Città, 2006-2008; Il Corriere del Mezzogiorno (Corriere della Sera - Salerno), 2010-'11-'12) e dalla passione per il giornalismo. All'esperienza e alla passione per il giornalismo poi, negli anni, si è aggiunto l'impegno civico.
CavaReporter.it: il giornale per chi ha qualcosa da dire.
CavaReporter.it: l’umiltà per un buon giornalismo, sano e indipendente, utile ai cittadini, e magari anche necessario.
CavaReporter.it: l'autorevolezza è conseguenza della serietà.

CavaReporter.it su Facebook

Diventa amico del direttore
Diventa amico di CavaReporter.it (mi piace) 

Il profilo del direttore
“I pregi superano i difetti, non ci siamo proprio. Questo è giornalismo, bellezza, mica la confraternita dello Spirito Santo! Siete troppo schizzinosi quando il potente di turno vuole farvi un regalo oppure sbandiera ai quattro venti la vostra antica amicizia. E voi che fate? Per tutta riconoscenza lo sbattete in prima pagina quando riceve un avviso di garanzia. Ingrati che non siete altro. E poi con i giovani colleghi: troppa disponibilità! E quel tu immediatamente concesso a chiunque! Nel lavoro, infine, esagerate in lealtà, un po’ di sano cinismo vi aiuterebbe a fare carriera".

«Scherzosamente, ma neanche troppo», a chi interessa, questo il profilo giornalistico del direttore responsabile di CavaReporter.it, secondo il test del libro di Gabriele Bojano “Come eliminare i giornalisti (senza finire in prima pagina)", edito da Mursia, da gennaio 2011 in libreria.

Foto di Cavareporter.it, modalità e costi di acquisto
Avviso per le testate giornalistiche e i mezzi di comunicazione in generale: È possibile acquistare le foto pubblicate su CavaReporter.it.
Il costo di ogni foto sarà concordato al momento dell'acquisto.
Per informazioni o acquisti cliccare qui 
Qualunque foto di CavaReporter.it che sarà pubblicata da altri mezzi di comunicazione senza le dovute autorizzazioni sarà oggetto di indagine secondo le norme previste dalla legge a carico del responsabile e dell’autore della pubblicazione.

CavaReporter.it
- Qualcuno dice: «La politica, i partiti, per tenere lontana la dittatura». Invece questa dichiarazione "è un ricatto per i cittadini, se i politici rubano. Come oggi. I partiti, la politica, tanti uomini che fanno come un solo dittatore. Tutti insieme, chi più e chi meno (tranne qualche eccezione, s’intende) che nella maggioranza dei casi dispongono per loro, e sempre più solo per loro, contro i cittadini. Oggi è così".
Ma il popolo contro le dittature, alla fine, ha vinto sempre, e il dittatore di turno, la dittatura dell’epoca (oggi potrebbe essere la politica, malata quasi in tutte le sue parti), ha sempre fatto una brutta fine.


Art. 1
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.
La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Il cittadino quando vota, tra gli altri nobili motivi, dà al contempo un posto di lavoro ad una persona. Gli dà una fonte di guadagno, e molte volte a tempo indeterminato e a vita. Quindi quando andrai a votare, vedi e valuta bene a chi dai il tuo voto.


Questo logo di CavaReporter.it è stato creato da Luigi Gasia (Grazie, molto bello e apprezzato. Redazione on line, CavaReporter.it).


Questo logo è stato creato per CavaReporter.it (Grazie, molto bello e apprezzato. Redazione on line, CavaReporter.it).

Anche questo logo è stato creato pensando a CavaReporter.it (Grazie, altrettanto bello e apprezzato. Redazione on line, CavaReporter.it). 



Pubblicità su CavaReporter.it  


13^ edizione del presepe vivente nel borgo “Case Trezza” della frazione S. Anna di Cava de’ Tirreni (Sa). Tante sono le scene rappresentate con la partecipazione di circa 150 personaggi e vari animali. All’inizio del percorso si svolgono diverse scene recitate che rievocano ciò che è successo più di 2000 anni fa.


Amalfi e New York si intrecciano e diventano un tutt'uno musicale per la seconda serata della rassegna “Amalfi in jazz”. In piazza Duomo, all'ombra della suggestiva cattedrale di Sant'Andrea, il venerdì alle ore 22.30


E’ un evento diffuso a livello nazionale promosso da tutti i comuni appartenenti al brand “I borghi più belli d’Italia” che prevede la riscoperta di antichi miti e legende locali assieme alla rivisitazione di antiche usanze e tradizioni che rendono più che mai attrattiva e fascinosa l’Italia nascosta. Conca dei Marini racconta una propria antica legenda: le janare. 

«I volti di Dio. Religione e violenza sulle due rive del Mediterraneo», questo il filo conduttore che animerà il dibattito degli incontri della XXIV edizione di Positano 2016 Mare, sole e cultura, la rassegna letteraria presieduta da Aldo Grasso, che sarà ospitata a Positano dal 18 giugno al 15 luglio 2016. 


Il cavallo alato vola sul traguardo, dopo quattro anni l’equipaggio azzurro torna sul podio più alto: è il galeone di Amalfi a vincere, in casa, la 61a Regata storica delle antiche Repubbliche marinare italiane. La festa esplode alle 18.30 circa, in un nuovo avvincente Palio deciso negli ultimi 500 metri. Foto

Intercettati dalla sezione operativa navale della Guardia di finanza due pescherecci intenti ad eseguire attività di pesca illegale mediante l’uso di reti da posta derivanti: uno dei due pescherecci, in particolare, è stato sorpreso durante le operazioni di recupero di una rete da posta derivante del tipo cosiddetto “spadara”, della lunghezza di oltre 6 km.

Fortunato Della Monica è il nuovo sindaco di Cetara. La sua candidatura insieme alla lista “Cetara d’Amare” - composta da Angela Speranza, Luigi Carobene, Alfonso D’Emma, Daniele D’Elia, Domenico Di Crescenzo, Carolina Ramerino, Francesco Pappalardo, Luigi Massimo, Luigi Montesanto e Marco Marano - ha vinto le elezioni a Cetara con 1.180 voti a favore, contro i 185 dell’avversario Vincenzo Piscino, della lista “Democrazia per Cetara”.
 

Dopo tre secoli di abbandono, il primo giugno 2016 sarà inaugurato il Convento San Francesco, opera di grande pregio che risale al XII secolo e dove si dice abbia soggiornato San Francesco. Torna al popolo grazie all'amministrazione del Comune di Santa Marina, che ne ha voluto la riqualificazione. 

Il Parco archeologico di Paestum sta puntando ad una conoscenza sempre più ampia dei templi. Terminati gli interventi di messa in sicurezza, nei giorni 28 e 29 maggio, i visitatori potranno salire le gradinate del monumento che si annovera tra i templi maggiormente conservati dell'epoca greca.

Inaugurata a Cetara “Un’ancora per ricordare”, l’installazione in memoria dell’impegno di armatori e pescatori del settore tonniero. Il sindaco del piccolo borgo marinaro, vera perla della Costiera amalfitana, Secondo Squizzato, ha voluto così iniziare simbolicamente un percorso di rivalutazione della storia del paese legata alla pesca.

Commenti e forum
La redazione diffida chiunque ad usare in modo distorto il "Forum" e lo spazio "Commenti" e non si ritiene responsabile per nessuna delle frasi che verranno pubblicate su di essi. CavaReporter non assume alcuna responsabilità per i contenuti che vengano immessi in queste aree in quanto non è nella possibilità di esercitare un controllo sugli stessi (ex artt. 14 e 15 Direttiva 2000/31/CE). Tuttavia, chiunque dovesse riscontrare dei comportamenti illeciti, è pregato di contattarci all'indirizzo e-mail info@cavareporter.it oppure telefonare al 349-8110809. Sarà cura di CavaReporter rimuovere immediatamente i detti contenuti illeciti.
Social
FaceBook Twitter YouTube Share
2015-10-30 11:25:54