i fatti di Cava
“Il futuro è nero, cambiamo sistema!” Studenti in piazza per la giustizia ambientale!

Stamattina tantissimi studenti e studentesse da Salerno e da tutta la provincia hanno sfilato per le strade del centro aderendo al Global Strike, la data di mobilitazione globale indetta Fridays For Future per contrastare la crisi climatica e denunciarne i responsabili: grandi multinazionali, lobby del carbone e del petrolio, aziende che smaltiscono i rifiuti in modo criminale e dannoso.

Uno sciopero globale che si è tenuto a due giorni dalle elezioni politiche.

Non è mancato, infatti, un forte "j'accuse" della piazza alla classe dirigente : "gli incendi, la siccità, l'aumento costante delle temperature, i morti causati dall'alluvione nelle marche pesano sulla coscienza di una classe politica che usa la transizione ecologica solo come slogan elettorale e continua a non prendere posizione verso i reali responsabili del cambiamento climatico" questo è quanto si sente dai megafoni in testa al corteo.

Al termine della manifestazione una delegazione del Collettivo Studentesco Cavese si è recata al Crescent per un'azione dimostrativa.

Con le mani sporche di pittura nera e uno striscione che recitava: IL FUTURO È NERO, CAMBIAMO SISTEMA!

Un grido di rabbia sull'urgenza di un cambiamento reale davanti ad un luogo simbolo degli ecomostri e della cementificazione selvaggia e soprattutto di una classe politica che investe in grandi opere inutili e dannose per autocelebrarsi invece di rispondere ai bisogni del pianeta: uscita dal fossile, investimenti strutturali nelle energie rinnovabili, trasporto pubblico elettrico, stop al consumo di suolo, alla produzione di plastica, deforestazione, politiche estrattive.

Collettivo Studentesco Cavese
Collettivo Autorganizzato "Gaetano FIlangieri" 

 

 
Lascia la tua opinione 
E-mail: (L' e-mail non sarà resa pubblica.)    
Autore:  
Commento:
Accetta condizioni: Leggi le condizioni
Digita il codice che visualizzi:    

È il “cadeau” più atteso del pacco gara riservato agli atleti: ecco la canotta (quest’anno di colore azzurro) della 60ª edizione della Podistica Internazionale San Lorenzo - Cava de' Tirreni, in calendario domenica 2 ottobre.
Consulta l’opuscolo per conoscere il programma, le novità e tutti i dettagli della storica manifestazione podistica metelliana.
Foto CavaReporter.it 

A vincere è l’atleta del Burundi Celestin Ndikumana (nr. 8), 20 anni, che prevale nella gara Assoluti aggiudicandosi il Trofeo Armando Di Mauro.
Tra le donne, la prima è la keniana Nancy Kerubo Kerage (nr. 216), 29 anni, che conquista il Trofeo Agnese Lodato nella gara femminile.
Gli altri vincitori di categoria sono: Kevin Giorgianni (nr. 354) negli Allievi, Lorenzo Di Giuseppe (nr. 192) nei Cadetti. Tra le società a primeggiare è l’Asd Carmax Camaldolese.
Tutti i risultati www.podisticasanlorenzo.com 
Aggiornamento a fine corsa del 02 ottobre 2022

I numero 10 sono fiori bellissimi che nascondono spine affilatissime e velenose. Fanno sognare ma fanno male. E si fanno male, tanto. Il numero 10 nasce folle, con un dono e con un sogno. leggi

Sono mamma di due figli ormai grandi. Ho appreso sabato scorso della terribile notizia della morte di una giovane donna 35enne di Giffoni Valle Piana, testimone di Geova, che durante la gravidanza ha scoperto purtroppo di avere un tumore aggressivo al seno. Un momento di gioia come l'arrivo di un bambino e subito dopo un momento di grande dolore e paura che ci mette di fronte a delle scelte non facili.

Aeroporto di Salerno, Piero De Luca (Pd): “Soddisfatti per la decisione del Consiglio di Stato, ora al lavoro per completare una infrastruttura strategica per il territorio”.


La Cina dopo il coronavirus: ristoranti e discoteche aperte. Perché in Italia non è così? | VIDEO - Le Iene

L’edificio ha destato grande interesse da parte degli archeologi, proprio per la sua posizione privilegiata rispetto al grande tempio greco a cui doveva collegarsi in relazione ai rituali che si svolgevano nel santuario meridionale.

Nuovi marciapiedi per il tratto di statale amalfitana a ponente della città. Un percorso che parte poco a monte del centro storico, in direzione Positano, molto amato dai turisti perché si affaccia sul panorama bellissimo dell'Antica Repubblica Marinara, del cuore antico della città abbracciato dal blu del Mar Tirreno.

 


Cava de'Tirreni vista verso Monte Finestra (Monte Pertuso) m. 1140, web cam ceramichecorinaldesi.com (da campaniameteo.it) Aggiorna Ingrandisci streaming 


• Segnala una notizia, Lettere alla Redazione, Segnala un problema 

• Inviateci le foto dei disservizi e dei problemi della vostra frazione, li porteremo all’attenzione pubblica 

• Segnalaci una barriera architettonica di Cava, e inviaci la foto dell'ostacolo



CavaReporter.it
Questa testata aderisce all’Associazione Giornalisti Cava Costa d’Amalfi “Lucio Barone”


Commenti e forum
La redazione diffida chiunque ad usare in modo distorto il "Forum" e lo spazio "Commenti" e non si ritiene responsabile per nessuna delle frasi che verranno pubblicate su di essi. CavaReporter non assume alcuna responsabilità per i contenuti che vengano immessi in queste aree in quanto non è nella possibilità di esercitare un controllo sugli stessi (ex artt. 14 e 15 Direttiva 2000/31/CE). Tuttavia, chiunque dovesse riscontrare dei comportamenti illeciti, è pregato di contattarci all'indirizzo e-mail info@cavareporter.it oppure telefonare al 349-8110809. Sarà cura di CavaReporter rimuovere immediatamente i detti contenuti illeciti.
Social
FaceBook Twitter YouTube Share
2015-10-30 11:25:54