Viaggio tra le eccellenze e le good news
Intervista a Luisa D’Elia, bricoleur, cake designer ed artista: un'arte la passione fai da te

Bricoleur, cake designer ed artista. Un talento multiforme prestato alla creatività. E’ la cavese Luisa D’Elia che fa della passione per il fai da te un’arte. Da assaporare con gli occhi e da osservare con il palato.

Lei è molto brava con il bricolage. Ha realizzato copri forni, opere di cake design ed un presepe utilizzando materiali di riciclo…
«Mi piace creare oggetti sia da gustare che da guardare. Ho costruito, insieme a mio marito, un presepe adoperando materie prime di recupero».

Quando ha incontrato il cake design?
«Ho iniziato per gioco otto mesi fa. Poi mi sono appassionata leggendo riviste e guardando trasmissioni televisive a tema. La prima opera è stata la realizzazione di una torta per l’onomastico di mia figlia».

Come nascono le sue creazioni?

«Dagli spunti che ho in casa. Guardo le immagini in plastica e cerco di riprodurle in modo tridimensionale. E’ nata così la torta della maglietta del Napoli, una miniatura della divisa calcistica, tutta da gustare».

Quanto tempo impiega per realizzare una sua opera?
«In genere un paio di giorni. Inizio 24 ore prima impastando il panettone. E’ necessario rispettare questi tempi per ottenere la giusta consistenza del pan di Spagna».

Qual è la sua creazione più riuscita?
«Indubbiamente la torta di Topolino. E’ un dolce a due piani con la base verde, con Topolino e Pluto. Ho costruito anche la staccionata in legno creando ogni piccolo particolare».

Cosa consiglierebbe ad un principiante che vuole avvicinarsi al cake design?
«E’ importante non arrendersi mai, anche in caso di insuccesso. Si impara, con la pratica, a lavorare la pasta di zucchero. I documentari ed i libri sono molto utili. I tutorial di Renato Ardovino sono davvero fantastici. Le attrezzature poi sono fondamentali. Sono indispensabili per costruire i particolari ed evitare di lasciare impronte sulla scultura di zucchero».

Quale sarà la sua prossima torta?
«Una cake per Natale. Sarà un mini-presepe».

Una ricetta per i nostri lettori…
«Eccola. La torta al cioccolato con decorazione di Topolino

Ingredienti per due pan di Spagna:
3 uova
200 gr di zucchero
100gr di farina
75 gr di cacao
1 bustina di lievito
1 bicchiere di latte
1 pizzico di sale

Per la glassa di cioccolato:
900ml di latte
250gr di tuorlo (circa 12 uova)
100ml di panna
200gr di zucchero
50gr di cacao amaro
150gr di cioccolato fondente
100gr di burro

Per la decorazione:
600gr di pasta di zucchero verde
150gr di pasta di zucchero nera
100gr di pasta di zucchero rosa
50gr di pasta di zucchero gialla
100gr di pasta di zucchero bianca

Preparazione
Per la base delle due torte: in una ciotola amalgamare tutti gli ingredienti ed in ultimo gli albumi montati a neve. Separare l’impasto in due teglie. Infornare a 180 gradi per circa 30 minuti.

Per la glassa al cioccolato: unire in un pentolino il latte con la panna e portarli ad ebollizione. Intanto, combinare in una ciotola i tuorli e lo zucchero e montarli. Quindi aggiungere il cacao. Includere il composto ai liquidi caldi e continuare a mescolare con la frusta. Trasferire il tutto sul fuoco e mescolare fino a quando il composto non risulterà denso. Aggiungere, infine, il cioccolato fondente ed il burro. Amalgamare questi ingredienti fino al completo assorbimento della crema.
Per la decorazione della torta Topolino:
Lavorare la pasta di zucchero gialla e creare due palline. Modellarle e realizzare le scarpe. Procedere costruendo due cilindri sottili per la bordatura delle scarpe. Per realizzare le gambe: creare due salsicciotti neri da attaccare con gli stuzzicadenti lunghi, quindi costruire allo stesso modo i pantaloncini rossi. Con un bisturi dalla punta tonda praticare due forellini ed inserire due palline bianche che rappresenteranno i bottoni del pantalone di Topolino. Le braccia, in un unico pezzo, saranno costruite creando due salsicciotti neri da inserire al busto ottenuto con una grande pallina nera schiacciata che diventerà la maglietta di Topolino. Quindi aggiungere i guanti realizzati modellando due palline bianche. Per unire le braccia, le gambe e le orecchie inserire gli stuzzicadenti.
Per il volto di Topolino fare una pallina rosa quindi un cuoricino da applicarvi sopra con la velina d’uovo. Creare un nuovo salsicciotto rosa da inserire sotto alla bordatura del cuoricino per realizzare il labbrone. Aggiungere il nasino nero e realizzare gli occhi utilizzando la pasta di zucchero bianca e nera. Inserire le orecchie costruite con palline di zucchero nero schiacciate, unendole con gli stuzzicadenti al resto della testa. Infine, realizzare una base verde con cui coprire le torte sovrapposte».

Lara Adinolfi

un'altra torta, stile "Senatore"il presepe realizzato con materie prime di recupero
copriforni (1)
(2)
(3)

 
1. sonia
ma questa ragazza è davvero brava...... è bello vedere ke ci sono persone ke mettono ancora in moto la fantasia in una societa' cosi' moderna ma povera di creativita'........... e poi le creazioni sono meravigliose!!!!!
21/12/2012 09:32    
Lascia la tua opinione 
E-mail: (L' e-mail non sarà resa pubblica.)    
Autore:  
Commento:
Accetta condizioni: Leggi le condizioni
Digita il codice che visualizzi:    

A partire da venerdì 7, fino a lunedì 9 settembre 2019, a Scala (Sa), il più antico Comune della Costiera amalfitana, si svolgerà la XVI edizione di “Scala incontra New York”, la rassegna culturale internazionale organizzata insieme alla Regione Campania.

L’edificio ha destato grande interesse da parte degli archeologi, proprio per la sua posizione privilegiata rispetto al grande tempio greco a cui doveva collegarsi in relazione ai rituali che si svolgevano nel santuario meridionale.

Nuovi marciapiedi per il tratto di statale amalfitana a ponente della città. Un percorso che parte poco a monte del centro storico, in direzione Positano, molto amato dai turisti perché si affaccia sul panorama bellissimo dell'Antica Repubblica Marinara, del cuore antico della città abbracciato dal blu del Mar Tirreno.

Un’intensa giornata dedicata alla sfogliatella Santarosa e una prestigiosa giuria di eccellenza per la settima edizione del Santarosa Pastry Cup.

Amalfi e New York si intrecciano e diventano un tutt'uno musicale per la seconda serata della rassegna “Amalfi in jazz”. In piazza Duomo, all'ombra della suggestiva cattedrale di Sant'Andrea, il venerdì alle ore 22.30

E’ un evento diffuso a livello nazionale promosso da tutti i comuni appartenenti al brand “I borghi più belli d’Italia” che prevede la riscoperta di antichi miti e legende locali assieme alla rivisitazione di antiche usanze e tradizioni che rendono più che mai attrattiva e fascinosa l’Italia nascosta. Conca dei Marini racconta una propria antica legenda: le janare. 

«I volti di Dio. Religione e violenza sulle due rive del Mediterraneo», questo il filo conduttore che animerà il dibattito degli incontri della XXIV edizione di Positano 2016 Mare, sole e cultura, la rassegna letteraria presieduta da Aldo Grasso, che sarà ospitata a Positano dal 18 giugno al 15 luglio 2016. 

Il cavallo alato vola sul traguardo, dopo quattro anni l’equipaggio azzurro torna sul podio più alto: è il galeone di Amalfi a vincere, in casa, la 61a Regata storica delle antiche Repubbliche marinare italiane. La festa esplode alle 18.30 circa, in un nuovo avvincente Palio deciso negli ultimi 500 metri. Foto

Intercettati dalla sezione operativa navale della Guardia di finanza due pescherecci intenti ad eseguire attività di pesca illegale mediante l’uso di reti da posta derivanti: uno dei due pescherecci, in particolare, è stato sorpreso durante le operazioni di recupero di una rete da posta derivante del tipo cosiddetto “spadara”, della lunghezza di oltre 6 km.

Fortunato Della Monica è il nuovo sindaco di Cetara. La sua candidatura insieme alla lista “Cetara d’Amare” - composta da Angela Speranza, Luigi Carobene, Alfonso D’Emma, Daniele D’Elia, Domenico Di Crescenzo, Carolina Ramerino, Francesco Pappalardo, Luigi Massimo, Luigi Montesanto e Marco Marano - ha vinto le elezioni a Cetara con 1.180 voti a favore, contro i 185 dell’avversario Vincenzo Piscino, della lista “Democrazia per Cetara”.

Commenti e forum
La redazione diffida chiunque ad usare in modo distorto il "Forum" e lo spazio "Commenti" e non si ritiene responsabile per nessuna delle frasi che verranno pubblicate su di essi. CavaReporter non assume alcuna responsabilità per i contenuti che vengano immessi in queste aree in quanto non è nella possibilità di esercitare un controllo sugli stessi (ex artt. 14 e 15 Direttiva 2000/31/CE). Tuttavia, chiunque dovesse riscontrare dei comportamenti illeciti, è pregato di contattarci all'indirizzo e-mail info@cavareporter.it oppure telefonare al 349-8110809. Sarà cura di CavaReporter rimuovere immediatamente i detti contenuti illeciti.
Social
FaceBook Twitter YouTube Share
2015-10-30 11:25:54